Il libro "Bike Tour. Pedalando per la ricerca" di Matteo Marzotto, Vice Presidente FFC

Fund Raising Dinner. Cronaca di un successo

Il 15 aprile 2015 presso l’Event Space Radice Pura a Giarre si è svolta la prima FUND RAISING DINNER, l’evento pensato e voluto da Claudio Miceli in collaborazione con la Delegazione di Catania della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. Charity & Fashion insieme per la prima volta: “l’idea nasce per caso – racconta Claudio Miceli – con lo scopo preciso di realizzare qualcosa di concreto per supportare un progetto scientifico della Fondazione”. Parte così la macchina organizzativa che vede il coinvolgimento di tantissimi sponsor e personalità del mondo dello spettacolo e non solo.

Special Guest, Matteo Marzotto che – in qualità di Vice Presidente della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica e autore del libro “Bike Tour. Pedalando per la ricerca” – ha apportato un contributo straordinario con la sua testimonianza dell’esperienza in bicicletta su e giù per l’Italia. Il talk – moderato dalla giornalista Agata Patrizia Saccone – è stato accompagnato da uno show-cooking curato da Seby Sorbello, Presidente dell’Associazione provinciale Cuochi Etnei e chef del Ristorante “Parco dei Principi” di Zafferana Etnea – e dagli chef Pietro D’Agostino (1 stella Michelin Ristorante “La Capinera” di Taormina), Tony Lo Coco (1 stella Michelin Ristorante “I Pupi” di Bagheria), Domenico Colonnetta e Francesco Patti (1 stella Michelin Ristorante “Coria” di Caltagirone) e Andrea Macca (Ristorante “Donna Carmela” Riposto) che hanno preparato una cena impeccabile.

Ma il vero successo della serata è rappresentato dalla raccolta. Infatti, grazie a quanto ricavato, sarà possibile finanziare interamente il progetto scientifico #13/2014 “Targeting extracellular Protein Disulphide Isomerase to control Burkholderia cenocepacia lung infections” e le donazioni aiuteranno la Fondazione a percorrere il lungo cammino verso la cura della Fibrosi Cistica.

Un traguardo che è stato possibile raggiungere grazie all’impegno di tutti coloro che hanno accolto con entusiasmo questa iniziativa. Ma non ci fermiamo qui, naturalmente! Siamo già pronti per preparare la seconda edizione.